Milano – Che ci sarebbe stato un italiano nei quarti del Bonfiglio 2021 lo sapevamo già da mercoledì. Perché Giorgio Tabacco e Daniele Minighini si affrontavano negli ottavi di finale in un derby tutto azzurro che si è risolto in due set piuttosto tirati in favore del siciliano di base a Vicenza. Dopo il 7-5 della prima frazione, il messinese classe 2003 è andato a servire per il match dopo aver strappato il servizio al romano e successivamente ha salvato tre palle consecutive del contro-break recuperando da 0-40. Poi, una volta riacciuffato il game, ha urlato “Coraggio!” ed è andato a chiudere. Guadagnandosi così il diritto di sfidare per un posto in semifinale uno dei due peruviani ancora in gara, vale a dire Ignacio Buse (l’altro è Gonzalo Bueno) che ha superato a sua volta il belga Blockx per 6-0 6-4. Nulla da fare invece per il milanese Giulio Perego, che ha dovuto lasciare strada al tennis pulito del ceco Jakub Mensik, ottimo servitore e particolarmente efficace con il diritto. Proprio come l’azzurro, che grazie a quel colpo (veloce e “carico”) è arrivato quasi a portare a casa la prima frazione. Sul 6-5 Perego è andato a servire per il set, e ha pure avuto tre set point consecutivi, non sfruttati. Il primo parziale, poi, se n’è andato via al tie-break, seguito a ruota dal secondo chiuso per 6-3. Mensik ora va a sfidare la testa di serie n.2, perché in quella fascia di tabellone il favorito è Dali Blanch, che però negli ottavi di finale ha lasciato per strada un set nel successo raccolto contro il gigante macedone Kalin Ivanovski. Partito forte, lo statunitense è volato sul 3-0 prima di incappare in una striscia negativa di 6 game consecutivi perdendo il primo parziale. Ma grazie al servizio e al drittone che ricordano quelli che condussero in finale anche il fratello Ulises (nel 2016 fu sconfitto da Stefanos Tsitsipas) è riuscito a rimettere il match sui giusti binari e proseguire nella sua marcia.

La giornata è stata caratterizzata da grandi lotte e partite molte lunghe e tirate. La più combattuta è stata quella che, nel tabellone femminile, ha visto di fronte la siciliana Georgia Pedone, arrivata a tanto così dal successo, e la belga Sofia Costoulas. La palermitana nel tie-break decisivo del terzo set ha avuto a disposizione anche un match point, che però la giocatrice allenata da Steve Darcis (ex n.38 Atp) ha annullato da campionessa con un vincente lungolinea di rovescio degno di finire tra gli highlights del torneo. Scampato il pericolo, Sofia è riuscita a chiudere i conti dopo 2 ore e 44 minuti di battaglia da fondocampo. Resta l’ottima prestazione della palermitana, tanto gracile a vedersi quanto combattiva e capace di accelerazioni fulminee con entrambi i fondamentali. Tre set, in questo giovedì di luglio dal cielo ancora velato, che sono serviti anche alla testa di serie numero 1 del tabellone, la filippina Alexandra Eala, per superare la resistenza – e che resistenza – della russa Ksenia Zaytseva in tre tiratissimi set. Non è riuscita invece a salvarsi la seconda favorita della vigilia, l’altra russa Diana Shnaider, che è andata k.o. sotto le fucilate dell’afro-americana Clervie Ngounoue, una Serena Williams in scala (anche come brand d’abbigliamento e di racchette che l’accompagnano in campo) dal gran servizio e dalle accelerazioni letali. Venerdì giornata dedicata ai quarti di finale del singolare e alle semifinali del doppio, con dirette su Supertennix e su Sky Sport a partire dalle 10.30. L’ingresso al Tc Milano Alberto Bonacossa è gratuito anche nel week-end conclusivo, fino a un massimo consentito di 1.000 spettatori a giornata.

RISULTATI DI GIORNATA DEL 61° TROFEO BONFIGLIO
Tabellone maschile, terzo turno
P. Florig (Ger) b. H. Rocha (Por) 6-2 6-3, M. Perez Pena (Esp) b. M. Katz (Bel) 6-3 1-6 6-4, G. Bueno (Per) b. I. Kudriashov (Rus) 6-3 6-1, A. Kukasian (Rus) b. B. Kittay (Usa) 6-4 6-4, I. Buse (Per) b. A. Blockx (Bel) 6-0 6-4, G. Tabacco (Ita) b. D. Minighini (Ita) 7-5 6-4, J. Mensik (Cze) b. G. Perego (Ita) 7-6(3) 6-3, D. Blanch (Usa) b. K. Ivanovski (Mkd) 3-6 6-1 6-4.

Tabellone femminile, terzo turno
A. Eala (Phi) b. K. Zaytseva (Rus) 7-6(3) 4-6 7-5, S. Costoulas (Bel) b. G. Pedone (Ita) 6-3 2-6 7-6(7), T. Di Girolami (Bel) b. A. Blokhina (Usa) 6-1 6-4, N. Bartunkova (Cze) b. A. Xu (Can) 6-1 4-6 6-1, M. Andreeva (Rus) b. L. Ciric Bagaric (Cro) 6-0 6-2, T. Barkova (Rus) b. S. Scilipoti (Sui) 7-5 6-2, P. Marcinko (Cro) b. A. Gureva (Rus) 7-6(4) 6-1, C. Ngounoue (Usa) b. D. Shnaider (Rus) 6-4 2-6 6-2.

Tabellone doppio maschile, quarti di finale
D. Chen (Gbr) / L. Mikrut (Cro) b. G. Perego / G. Piraino (Ita) 6-1 6-2, I. Kudriashov / K. Zhzhenov (Rus) b. M.W. Donald / J. Nikod (Cze) 6-1 1-6 10/6, E. Butvilas / V. Gaubas (Ltu) b. G. Bueno / I. Buse (Per) 6-2 6-2, P. Buldorini / L. Ferri (Ita) b. P. Florig / M. Lipp (Ger) 6-7(7) 7-6(4) 10/4.

Tabellone doppio femminile, quarti di finale
A. Eala (Phi) / M. Sieg (Usa) b. Y. Bartashevich / K. Zaytseva (Rus) 6-4 6-3, K. Pavlova / D. Shnaider (Rus) b. T. Di Girolami / A. Van Impe (Bel) 5-7 7-6(4) 10/8, A. Abbagnato (Ita) / M. Andreeva (Rus) b. T. Barkova / A. Shcherbinina (Rus) 6-2 6-1, L. Ciric Bagaric (Cro) / S. Costoulas (Bel) b. C. Ngounoue (Usa) / H. Vandewinkel (Bel) 3-6 6-4 10/7.