Nella settimana in cui le attenzioni degli addetti ai lavori erano riposte sul torneo di Wimbledon Juniores, nel circuito internazionale Under 18 si sono disputati tanti altri eventi ai quali hanno partecipato numerosi tennisti italiani. Il miglior risultato lo ha raggiunto Anna Paradisi: a The Hague (Olanda), l’azzurra ha raggiunto la semifinale in singolare ed ha conquistato il titolo in doppio. Di seguito, come di consueto, la panoramica completa.

J3 Timisoara (Romania) – terra outdoor
Mariano Tammaro è uscito di scena al secondo turno sul “rosso” di Timisoara, battuto per 6-4 al terzo set da Palcau (n.387 ITF). Per quanto concerne l’evento femminile, Giulia Dal Pozzo si è fermata al primo turno delle qualificazioni (contro la rumena Popovici, 6-3 4-6 10-3) mentre la settima testa di serie Milena Jevtovic si è spinta sino ai quarti di finale grazie alle vittorie con la wild card locale Safta (2-6 7-6 6-2) e l’ungherese Kantor (6-2 6-2): a fermare il percorso della lombarda è stata la n.3 del tabellone, la rumena Todoni (6-1 6-2).

J3 Neunkirchen (Germania) – terra outdoor
Il sedicenne Gabriel Moroder, senza classifica mondiale Under 18, è andato veramente ad un passo dalla qualificazione al tabellone principale dell’importante Grado 3 tedesco: dopo aver eliminato il padrone di casa Kaspari (6-2 6-2) e lo statunitense Amiri (6-2 6-0), il giocatore originario di Bolzano è stato battuto dal n.7 Milardovic con il punteggio di 7-5 6-4.

J4 Ioannina (Grecia) – terra outdoor
Christian CapacciSebastiano CocolaLorenzo Angelini hanno superato le qualificazioni sulla terra battuta greca: i primi due sono stati eliminati all’esordio nel tabellone principale (rispettivamente dallo slovacco Schwarc e dal greco Valaris) mentre il terzo ha eliminato la wild card locale Pavlos Tsitsipas (6-1 6-2) uscendo sconfitto agli ottavi di finale contro il numero quattro del seeding, l’ungherese Boros, per 6-3 6-4. Nel torneo femminile si è interrotta al turno decisivo delle qualificazioni la corsa di Giuditta Beltrami.

J4 The Hague (Olanda) – terra outdoor
Quarti di finale raggiunti da Giammarco Gandolfi nel tabellone maschile: il diciassettenne italiano, n.452 del ranking ITF, ha sconfitto il padrone di casa Weststrate (6-2 6-4) al primo turno e il belga Cauhape (6-4 6-4) agli ottavi di finale, prima di arrendersi contro il giapponese Friend, n.5 del seeding (6-2 7-5). Nel torneo femminile, Anna Paradisi si è fermata in semifinale contro la statunitense Martinez, a sua volta poi battuta dalla danese Munk Mortensen nel match per il titolo: l’azzurra, in coppia con quest’ultima, si è presa la rivincita proprio con Martinez (che ha giocato insieme all’olandese Nijkamp) imponendosi nella finale del doppio con il punteggio di 6-1 6-4.

J5 Nairobi (Kenya) – terra outdoor
Prematura eliminazione al primo turno del main draw per Giovanni Vitali: il diciassettenne, n.1202 del mondo (best ranking), è stato battuto con un doppio 6-2 dal padrone di casa Kael Shalin Shah, n.683 ITF ed accreditato della terza testa di serie.

J5 Sarajevo (Bosnia Erzegovina) – terra outdoor
Rebecca Amerio
ha superato le qualificazioni sconfiggendo al turno decisivo la n.1 del seeding Lanisek, ma si è poi fermata all’esordio nel tabellone principale contro la quinta testa di serie, la francese Levivier, con lo score di 6-1 6-2. La quindicenne italiana, n.2735 del mondo, ha perso contro la stessa avversaria anche ai quarti di finale del torneo di doppio, evento disputato al fianco della serba Gojkovic.