Nella stessa settimana in cui si è disputato il prestigioso torneo di Roehampton, sono andati in scena anche tanti altri eventi del circuito internazionale giovanile. Escludendo le manifestazioni di Grado 5 a cui abbiamo dedicato un articolo a parte, tra G2G4 non sono arrivati risultati particolarmente brillanti per i tennisti italiani: Anna Paradisi ha raggiunto i quarti di finale a Bruchkoebel (Germania), Fabio De Michele ha centrato il medesimo turno in quel di Corfu (Grecia) dopo aver superato le qualificazioni.

J2 Plzen (Repubblica Ceca) – terra outdoor
Daniel Bagnolini
ha superato agevolmente le qualificazioni, senza perdere alcun set nei due incontri giocati, ma ha poi racimolato appena due giochi contro il polacco Pieczonka (n.111 ITF) al primo turno (6-2 6-0). Nel torneo femminile Denise Valente ha passato le “quali” (per poi perdere al primo turno del main draw contro la statunitense Wagle) mentre Milena Jevtovic Carlotta Moccia sono state eliminate al secondo turno. Georgia Pedone, unica azzurra ammessa direttamente nel tabellone principale, ha battuto la turca Uslu (6-3 6-4) prima di cedere alla canadese Stakusic, n.6 del tabellone (6-2 2-6 6-2).

J3 Bruchkoebel (Germania) – terra outdoor
Anna Paradisi, l’unica italiana iscritta al torneo tedesco, non è riuscita ad andare oltre i quarti di finale in singolare. La sedicenne, n.274 del mondo, ha sconfitto la russa Yakunina (6-1 6-1) e la tedesca Steur (n.2 del tabellone, 6-3 4-6 6-3) ma poi nulla ha potuto contro la statunitense Macavei (6-7 6-4 7-5).

J4 Tallinn (Estonia) – cemento outdoor
Altra pesante battuta d’arresto per Sami Stracquadanio: il sedicenne azzurro, ammesso nelle qualificazioni tramite una wild card concessa dagli organizzatori, ha racimolato un solo gioco al primo turno contro il padrone di casa Rabeko (6-0 6-1). 

J4 Corfu (Grecia) – carpet outdoor
Sebastiano Cocola 
è uscito di scena al primo turno delle qualificazioni (battuto in tre set dal padrone di casa Holban), Fabio De Michele è invece approdato nel tabellone principale riuscendo poi a centrare i quarti di finale in un torneo U18 per la seconda volta (consecutiva) in carriera: il sedicenne italiano ha sconfitto nell’ordine il greco Syfrakis (6-1 6-1) e l’ungherese Boros (7-6 0-6 6-2) prima di perdere contro il britannico Rankin (6-4 6-1). Benito Massacri è stato costretto al ritiro, per un problema fisico, nel corso del primo set della partita d’esordio contro l’ungherese Kalocsai, n.7 del seeding.

Tra le ragazze, Giuditta Beltrami ha perso al turno decisivo delle “quali” contro la quinta testa di serie; Vittoria Paganetti ha ceduto all’esordio nel main draw contro la wild card Karantali (5-7 6-1 6-4) mentre Emma Pedretti si è arresa alla greca Pavlou, n.1 del tabellone, al secondo ostacolo (6-1 6-3)

J4 Rotterdam (Olanda) – terra outdoor
Prematura eliminazione all’esordio sulla terra battuta olandese per la romana Francesca Pace: la quindicenne, n.552 del ranking mondiale nonché sesta testa di serie, è stata sconfitta con lo score di 6-2 7-6(3) dalla wild card Dilara Okur (n.2159 del mondo).