Nella settimana appena trascorsa sono andati in scena diversi tornei internazionali del circuito Under 18. Per quanto concerne le manifestazioni di Grado 5, Matteo Covato ha sfiorato la conquista del primo titolo in carriera in singolare perdendo all’ultimo atto in quel di Santo Domingo (Repubblica Dominicana) mentre Sara MilaneseNoemi Basiletti hanno raggiunto la semifinale rispettivamente a Skopje (Macedonia) e Porto (Portogallo). Di seguito, come di consueto, tutti i risultati nel dettaglio.

J5 Santo Domingo (Repubblica Dominicana) – cemento outdoor
Il sedicenne Matteo Covato ha disputato la sua prima finale in carriera nel circuito internazionale Under 18: sui campi in cemento di Santo Domingo (Repubblica Dominicana), l’attuale numero 584 del mondo si è imposto in sequenza sull’honduregno Rivera, lo statunitense Eisenberg, il salvadoregno Duran e il guatemalteco Neutze prima di arrendersi all’ultimo atto di fronte al britannico Simpson (n.696 ITF) con lo score di 6-1 6-3.

Hanno partecipato al torneo femminile Sofia CarpiMaria Nuova Covato, sorella di Matteo: la prima ha passato il turno unico delle qualificazioni per poi perdere al primo turno del main draw, la seconda ha avuto accesso al tabellone principale in qualità di lucky loser ma ha racimolato solo due giochi contro la statunitense Pacot.

J5 Skopje (Macedonia) – terra outdoor
Lorenzo Comino ha passato agevolmente le qualificazioni, perdendo appena nove giochi in tre partite, e si è poi spinto fino agli ottavi di finale nel tabellone principale, eliminando nel suo percorso anche il n.2 del seeding Savic (n.558 ITF, ma ex Top-400) al secondo ostacolo. Accreditata di un bye all’esordio in qualità di quindicesima testa di serie, Elettra Gradassi è uscita di scena al secondo turno, battuta in due set dalla serba Popovski; Sara Milanese, invece, si è fermata in semifinale contro la kosovana Gjinaj, numero quattordici del seeding e poi vincitrice della manifestazione.

J5 Benidorm (Spagna) – cemento outdoor
Esordio amaro nel circuito Under 18 per Leonardo Benatti: il quindicenne, impegnato nelle qualificazioni sul cemento di Benidorm grazie ad una wild card, ha perso 6-0 6-1 al debutto contro lo spagnolo Ikel Sevilla, n.1590 del ranking mondiale.

J5 Porto (Portogallo) – terra outdoor
Teo Masera Jacopo Antonelli sono stati gli unici due italiani in grado di superare le qualificazioni: nel tabellone principale, il primo ha raggiunto i sedicesimi (battuto da Pascual Ferra, in tre set, dopo aver vinto contro il portoghese Ribeiro) mentre il secondo si è fermato all’esordio contro la wild card locale Martins. Andrea Meduri, accreditato della sedicesima testa di serie, non ha dato scampo al portoghese Stewart (6-2 6-0) al primo turno ma si è poi arreso al qualificato spagnolo Cordoba (6-0 4-6 6-4).
Nel torneo femminile Isabella Righi Carlotta Martins Pinto Teixeira hanno perso al primo turno, Noemi Basiletti (n.12 del tabellone) ha centrato la semifinale uscendo sconfitta dal confronto con la spagnola Palazon per 7-5 6-4.

J5 Accra (Ghana) – cemento outdoor
Curzio Manucci non è riuscito a qualificarsi per il tabellone principale dell’evento ghanese: il sedicenne italiano, n.2491 del mondo, ha perso al primo turno delle qualificazioni contro il padrone di casa Ankrah (4-6 6-1 10-7).

J5 Hanko (Finlandia) – terra outdoor
Stop al primo turno delle qualificazioni per MoritzLeonardo KolbeJulia Peer, l’unica nostra portacolori al via nel torneo femminile, ha raggiunto i quarti di finale arrendendosi solamente alla svedese Bajraliu con un doppio 6-1: dopo la semifinale centrata a Limassol nella settimana precedente, è arrivato un altro ottimo piazzamento per la quindicenne azzurra.