La sconfitta odierna nella semifinale del torneo Future M15 di Perugia non cancella la straordinaria settimana vissuta da Gabriele Piraino sui campi in terra battuta dello “Junior Tennis Perugia“: il diciassettenne siciliano, considerato come uno dei migliori prospetti del tennis giovanile italiano, ha raggiunto il penultimo atto della manifestazione umbra partendo dalle qualificazioni ma si è dovuto fermare nel match che metteva in palio la finale contro il ben più esperto ligure Andrea Basso, attualmente fuori dalla Top-600 ATP ma con un passato da n.301, con lo score di 6-2 6-1 in un’ora e 5 minuti di gioco.

Per Piraino, che con questa semifinale ha guadagnato 4 punti nella classifica mondiale, a breve si apriranno per la prima volta le porte della Top-1400 del ranking professionistico: tesserato presso il Circolo del Tennis Palermo ed allenato dal maestro Davide Cocco, il classe 2003 ha mancato la finale tutta “Next-Gen” con il coetaneo Luca Nardi (vincitore per 6-3 6-4 su Marcello Serafini nella seconda semifinale di giornata) ma si potrà ritenere comunque soddisfatto per quanto fatto vedere nel corso della settimana.

In attesa di nuove avventure nel circuito “Pro”, Piraino tornerà già dai prossimi giorni a disputare una manifestazione del Under 18: assieme a Giulio PeregoGiorgio Tabacco, sotto la guida del capitano Cristian Vinco, difenderà i colori dell’Italia nel Girone B dei Campionati Europei a squadre a La Rochelle (Francia).

IL PERCORSO DI PIRAINO A PERUGIA
Q1 – b. Augusto Virgili (ITA) 6-2 6-4

Q2 – b. Giorgio Tabacco (ITA) 6-3 6-4
TDQ – b. Luca Tomasetto (9,ITA) 7-5 6-4
R1 – b. Davide Galoppini (6,ITA) 6-7(3) 6-4 6-2
R2 – b. Pietro Marino (Q,ITA) 7-6(10) 6-4
QF – b. Alessandro Pecci (Q,ITA) 6-7(2) 7-6(6) 6-1
SF – vs Andrea Basso (ITA) 2-6 1-6