Federico Cinà ha mancato per un soffio l’approdo alla terza finale consecutiva nel circuito internazionale giovanile: il tennista siciliano, classe 2007, si è infatti fermato in semifinale nel G3 andato in scena questa settimana ad Harare (Zimbabwe). In Kenya, a NairobiMatteo Covato non è riuscito ad andare oltre gli ottavi di finale in un Grado 4 mentre negli Emirati Arabi Uniti, a FujairahEdoardo Rossano ha perso all’esordio nelle qualificazioni di un Grado 5.

J3 Harare (Zimbabwe) – cemento outdoor
Semaforo rosso in semifinale nell’importante G3 di Harare per Federico Cinà, che mette dunque fine alla sua parentesi nello capitale dello Zimbabwe con un bilancio decisamente positivo pari a undici vittorie e tre sconfitte (due finali raggiunte nelle scorse settimane in altrettante prove di Grado 4). Il quattordicenne, classe 2007, ha aperto le danze liquidando con un doppio 6-0 il padrone di casa Chihowa prima di sconfiggere per 6-4 6-4 il britannico Keegan, nono favorito del seeding. Accreditato della quinta testa di serie, il 14enne palermitano si è poi imposto ai quarti di finale sul sudafricano Nel, n.4 del tabellone e n.428 ITF, per 7-6 al terzo parziale; in semifinale, infine, è stato battuto dallo statunitense Bhat (n.478 ITF) in un altro incontro terminato al tiebreak della frazione decisiva. A partire da lunedì Cinà, ora n.357 del ranking mondiale, farà il suo ingresso tra i primi 350 giocatori del mondo per la prima volta in carriera.


J4 Nairobi (Kenya) – terra outdoor
Stop al terzo turno in Kenya per Matteo Covato. Il sedicenne azzurro, impegnato per la terza settimana di fila sulla terra di Nairobi, ha beneficiato di un bye al primo turno per poi sconfiggere per 6-0 6-0 il qualificato Wechuli: opposto all’americano Legalia, accreditato dell’undicesima testa di serie e n.721 del mondo, il giocatore italiano (n.598 ITF) ha ceduto col punteggio di 6-2 6-3 agli ottavi di finale.

J5 Fujairah (Emirati Arabi Uniti) – cemento outdoor
Esordio da dimenticare a livello Under 18 per il diciottenne Edoardo Rossano: ammesso di diritto a disputare le qualificazioni del torneo di Fujairah, il classe 2003 è stato superato con lo score di 6-0 6-0 dall’indiano Nayak, omaggiato di una wild card.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.