Arriva un’altra soddisfazione per il tennis italiano a livello Under 18Francesca Pace, infatti, si è imposta sia in singolare che in doppio nel torneo di Grado 4 andato in scena la scorsa settimana al Cairo (Egitto). A Sousse (Tunisia), in un Grado 2, non sono riusciti a lasciare il segno Peter BuldoriniLorenzo FerriJulia PeerAnna Paradisi.

J2 Sousse (Tunisia) – cemento outdoor
Premature eliminazioni nel tabellone principale del torneo tunisino per Peter BuldoriniLorenzo Ferri: il primo è uscito di scena agli ottavi di finale, superato in tre set dal marocchino Dlimi (n.6 del seeding), mentre il secondo ha perso all’esordio contro il polacco PawelskiGiacomo Nosei, invece, non è riuscito a superare le qualificazioni: per lui è arrivato lo stop al secondo ostacolo contro il transalpino Mouret (6-4 6-1).

A livello femminile, Julia Peer è stata ripescata nel main draw in qualità di lucky loser dopo aver perso al turno decisivo delle “quali”: la sedicenne, n.1318 ITF, ha ceduto in due set al primo round contro la portoghes SantosAnna Paradisi, ammessa di diritto nel tabellone principale, ha superato con un doppio 6-0 la wild card Boubaker al primo turno, per poi cedere per 6-0 al terzo set alla slovacca Vargova (quinta testa di serie) agli ottavi.

J4 Cairo (Egitto) – terra outdoor
Settimana da incorniciare per la sedicenne romana Francesca Pace, che rispetta lo status di prima testa di serie e si impone nel torneo Grado 4 del Cairo, disputato sulla terra battuta all’aperto, conquistando così il suo secondo titolo in carriera in singolare nel circuito Juniores dopo quello centrato sempre sul “rosso” di Limassol (Cipro) nel mese di maggio. La giocatrice azzurra è arrivata in finale senza cedere alcun set nei primi quattro match disputati contro le egiziane Ahmed (6-0 6-0), Refaat (6-1 6-1), Atia (6-2 6-3) e Aboutaleb (6-1 6-1): nel match per il titolo, Pace ha perso il primo parziale per 6-4 contro la russa Zolotareva, proveniente dalle qualificazioni, ma ha poi operato la rimonta aggiudicandosi i due set successivi con lo score di 6-4 6-2. La tennista italiana ha chiuso al primo posto anche il torneo di doppio, trionfando accanto alla statunitense Brown: questo “bis” le permette di entrare
per la prima volta in carriera tra le prime 400 giocatrici del ranking mondiale (ora è n.365 del ranking ITF).

J4 Liverpool (Gran Bretagna) – cemento indoor
Daniele Rapagnetta ha fallito l’accesso al tabellone principale, uscendo al secondo turno delle qualificazioni. Lorenzo Carboni, settimo favorito del seeding e finalista sugli stessi campi nella settimana precedente in un G5, ha invece perso al primo turno del main draw contro il britannico Dace per 6-4 6-0. Stop al debutto anche per Emma Ottavia Ghirardato: l’unica rappresentante italiana nel singolare femminile ha perso per 7-5 6-4 al primo ostacolo contro la padrona di casa Roach, n.8 del tabellone.

J5 Istanbul (Turchia) – cemento indoor
Si è interrotta al secondo turno l’avventura di Luciano Barbarino in Turchia. Il sedicenne italiano ha vinto il suo match d’esordio contro il turco Simsek (wild card) con un doppio 6-2, ma al turno successivo non è riuscito ad avere la meglio sul bulgaro Georgiev, quindicesima testa di serie (6-2 6-3).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.